World Sleep Day, i trucchi alimentari per dormire meglio

World Sleep Day, i trucchi alimentari per dormire meglio

Il 13 marzo non è un giorno qualunque, ma il World Sleep Day: la giornata mondiale del sonno cade infatti ogni anno nel secondo venerdì di marzo ed è la giornata organizzata per celebrare i benefici di un sonno salutare e soprattutto per sottolineare come nella società di oggi sia importante più che mai dormire molto e bene, a dispetto di tutti gli stimoli che ci inducono a fare il contrario. Fra le tematiche che sono di ostacolo a un riposo benefico c'è anche l'alimentazione, ecco alcune dritte per rimediare:

Pochi zuccheri la sera

Uno degli accorgimenti più sensati per dormire meglio è quello di regolarsi a cena: la sera, infatti, è bene fare un pasto leggere ed equilibrato, cercando di far passare qualche ora prima di coricarsi. Importante è evitare il più possibile cibi carichi di zuccheri e quelli con troppa farina elaborata. In generale i carboidrati influenzano non solo la glicemia ma anche la serotonina, che è proprio un ormone preposto a regolare il sonno.

Più frutta e verdura

Sembra un suggerimento banale ma a volte è anche il più sottovalutato: introdurre in abbondanza frutta e verdura nella nostra alimentazione quotidiana migliorerà l'apporto di vitamine, minerali e antiossidanti. Oltre a fare bene al nostro organismo in generale, questi elementi ci aiutano a regolare meglio i livelli di energia durante la giornata, in modo da distribuirla meglio durante il giorno. Evitare picchi energetici e cali improvvisi aiuta a calibrare meglio il ritmo sonno-veglia, evitando sonnolenza durante il giorno. Per dormire ottimi verdure a foglia verde, banane e prugne.

Scegliere i cibi

Come si diceva prima per dormire bene è fondamentale avere il giusto apporto di serotonina. Ci sono alcuni cibi che aiutano la sua produzione, come per esempio i legumi, il riso integrale, la carne (preferibilmente magra) e il pesce azzurro. Sono molto utili anche la frutta secca e in particolare i semi di zucca, ricchi di magnesio che è un minerale che fa rilassare. Aiutano anche il latte e i latticini, ma senza esagerare.

Tanta acqua

Anche questo è un consiglio molto comune e utile per compensare diverse mancanze del nostro organismo, ma bere molta acqua evita fenomeni come disidratazione, affaticamento e letargia. Di sera questa regola vale ancora di più, e soprattutto bisogna ricordare di evitare l'alcool che affatica l'organismo. Meglio prediligere tisane, magari a base di camomilla, valeriana, melissa o finocchio. Da evitare invece anche caffè, tè e bevande al ginseng, che hanno tutti effetti eccitanti.