turkey

Thanksgiving, le tradizioni più folli nel giorno del Ringraziamento

Il Thanksgiving, o giorno del Ringraziamento, è una delle festività più sentite negli Stati Uniti. Celebrata ogni ultimo giovedì di novembre, dà ufficialmente il via alle feste di fine anno culminanti con il Natale.

Le sue tradizioni principali, a partire dal sontuoso tacchino al forno, si stanno pian piano diffondendo anche da noi, ma per scoprire di più questa celebrazione è interessante osservare anche le sue usanze più pittoresche.

Innanzitutto dobbiamo ricordare che il Thanksgiving nasce nel Seicento quando i primi pellegrini provenienti dalla Gran Bretagna arrivarono a colonizzare le coste dei futuri Stati Uniti: per celebrare l’arrivo sani e salvi, propiziare un buon raccolto e (almeno all’inizio) sancire l’amicizia e la collaborazione con i nativi americani del luogo, si organizzavano ricchi banchetti e si festeggiava la fortuna di avere una tavola imbandita.

Da qui l’usanza di portare in tavola ciò che di meglio la natura poteva offrire: da enormi tacchini a torte di zucca, da pannocchie succulente a mashed potatoes e salsa di mirtilli. Ma non ci sono solo queste tradizioni diciamo “ordinarie” a fare da corollario al giorno del Ringraziamento.

Le usanze più strane

Una tradizione molto buffa (e per certi versi un po’ “macabra”) è il Presidential Pardon: si tratta di un rituale che si svolge alla Casa bianca da decenni secondo il quale, proprio il giorno del Ringraziamento, il presidente degli Stati Uniti in carica presenta alla nazione un tacchino particolarmente bello e paffuto per poi concedergli la “grazia”. Simbolicamente, insomma, a differenza di tanti suoi simili non finirà sulla tavola di nessuno.

Ci sono altri tacchini non alimentari, per così dire: secondo una tradizione iniziata in un grocery shop di Newport alla fine degli anni Ottanta, per esempio, molti tacchini ancora congelati vengono utilizzati per fare gare di bowling. Al posto della classica palla viene fatto scivolare a terra il pennuto surgelato con l’obiettivo di abbattere i birilli.

E un po’ di follia

E che dire delle altre gare: nel giorno di Thanksgiving in diverse città americane si corrono maratone in cui i podisti sono rigorosamente vestiti da tacchini, mentre non mancano le competizioni in cui ci si sfida a chi mangia più carne farcita. Non si può poi non menzionare la follia del Turkey Toss a Indianapolis: gli studenti di atletica sono soliti vestire i tacchini (morti) con dei pigiamini, legarli a una corda, dargli fuoco e lanciarli per vedere chi arriva più lontano. Non chiedeteci il perché.

Possiamo chiudere con una pazza variante culinari che si poteva inventare solo in America: il Turducken è una specie di mostro culinario in cui un tacchino disossato viene riempito con un pollo disossato a sua volta farcito con un’anatra. Buon appetito!

foto Wikipedia