Ristorazione
Curiosità

Le tendenze nella ristorazione 2022 secondo TheFork

27/01/2023
2 minutes

Un altro anno si sta per concludere, e che anno: dopo la crisi dovuta alla pandemia, il settore della ristorazione è tornato nel 2022 a guardare con speranza al futuro, ma c'è ovviamente ancora tanta strada da fare. Facciamo un recap delle tendenze principali di questi dodici mesi appena passati, sui quali continuare a lavorare nei prossimi:

Tornare a casa

Dal punto di vista delle tendenze gastronomiche, soprattutto in quelle evidenziate dalle numerose new entry premiate dagli ultimi TheFork Awards, una è quella più evidente tra tutte: la celebrazione delle radici. La cucina locale, gli ingredienti a chilometro zero, le tecniche classiche di cottura tornano al centro dell'attenzione degli chef che, pur dopo una prestigiosa esperienza internazionale, tornano nei luoghi di origine per sperimentare novità nel solco della tradizione. 

Sempre più donne

Il mondo della ristorazione professionale è da sempre tradizionalmente maschile: anche se i posti apicali rimangono ad appannaggio prioritariamente maschile, sono diverse le iniziative e le realtà in cui le donne fanno valere la propria esperienza e la propria professionalità. Come in ogni ambito il coinvolgimento di sempre più professioniste porta maggior innovazione, sensibilità e propensione al cambiamento e all'evoluzione positiva.  

I pagamenti digitali

I dati parlano chiaro: sempre più italiani non disdegnano l'idea di pagare cashless, cioè senza contanti. Anche TheFork insiste da tempo su strumenti innovativi come TheFork PAY, che permettono di pagare nei ristoranti aderenti senza nessun passaggio di soldi fisici. Il futuro della ristorazione passa dunque dall'innovazione digitale e sempre più ristoranti scelgono di adeguarsi con nuovi strumenti per parlare a un pubblico sempre più variegato.

Proposte alternative

Da anni ormai le abitudini alimentari del pubblico medio si stanno facendo sempre più particolari e diversificate: tra le diete vegane o vegetariane e le numerose intolleranze che spingono a togliere determinati alimenti dal proprio regime alimentare ecco che i ristoranti devono cercare nuovi modi di accontentare i propri clienti. Si diffondono sempre di più dunque menù speciali o anche alternative come la carne vegetale e altri succedanei innovativi.

Contro gli sprechi

Continua l'attenzione verso una ristorazione più sostenibile e anti-spreco: menu meno estesi per evitare magazzini troppo dispendiosi, porzioni equilibrate per limitare gli avanzi, doggy bag e altre formule di delivery perché niente rimanga sprecato sul piatto. Sono tante le tecniche adottate sia in cucina sia fuori

Click to share
Copy the link