La carne artificiale è veramente un'alternativa?

Arriva la carne artificiale: voi la provereste?

2 minutes

Lo sappiamo bene: il consumo di carne, pur radicato nelle tradizioni culinarie di tutto il mondo, è un'abitudine che se portata all'eccesso può causare notevoli problemi. Non solo il consumo eccessivo di carne pone rischi per la salute, ma in generale tutta la produzione intensiva pone gravi problemi di ordine ambientale e di sfruttamento delle risorse. Come ovviare dunque a questa problematica? Una soluzione c'è e sembra prendere sempre più piede: la carne artificiale.

Le ultime notizie a riguardo arrivano dai Paesi Bassi: come riporta anche Dissapore, la Camera dei rappresentanti, ovvero una parte del parlamento olandese, ha approvato in queste settimane una mozione per legalizzare il campionamento della carne ricavata da coltura cellulare. È una decisione storica perché permetterà di sviluppare in modo industriale e di commercializzare questo tipo di carne, lavorando anche a modificare in qualche modo il sentire comune legato a questo alimento.

Ma di cosa si tratta? Mentre negli ultimi anni sono diventati molto popolari dei sostituti della carne, come quella impossible meat che ricrea sapori e consistenza ma è in realtà ottenuta da proteine vegetali o funghi, qui parliamo invece di carne "vera e propria", solo che ottenuta in laboratorio. Sfruttando le conoscenze legate alla medicina rigenerativa, negli anni si sono sviluppati dei metodi per moltiplicare le cellule animali in laboratorio.

Un problema o un'opportunità?

Si tratta di una meravigliosa invenzione olandese che può diventare un’importante fonte di cibo per gli esseri umani”, ha dichiarato Peter Valstar, deputato dei Verdi nei Paesi Bassi: “Ma, come per molte innovazioni, vediamo che le normative europee ritardano lo sviluppo mentre il resto del mondo ci sta superando”. Sull'alimentazione in generale, infatti, è l'Unione Europea ad avere l'ultima parola grazie ai regolamenti comunitari e su questo tema non c'è ancora una politica univoca.

Per ora le ricerche dell'università di Maastricht, dove appunto questa SuperMeat cellulare è stata messa a punto per la prima volta, hanno trovato sbocchi solo in altre zone del pianeta, come per esempio a Tel Aviv in Israele oppure a Singapore. Nonostante ci sia chi è ancora scettico sull'opportunità e sulla sicurezza di queste creazioni in vitro, c'è chi vede in queste creazioni una nuova strada per abbattere il problema della denutrizione nel mondo e anche tutto lo sfruttamento ambientale di questi ultimi decenni. 

Per ora è una questione ancora aperta, ma voi, assaggereste la carne artificiale?

Foto: Pixnio

Click to share
Copy the link